La festa della bandiera

Lo scorso 18 maggio ricorreva la festa della bandiera haitiana. Dato che non ne conoscevo l’origine ho approfittatto della formazione per docenti per proporre un’attività sull’attualità e farmi spiegare dai partecipanti qualcosa sulla storia della loro bandiera che è estremamente interessante.

Secondo la tradizione orale, la bandiera di Haiti è stata ideata dal leader della rivoluzione che ha portato Haiti ad essere il primo stato indipendente nero del mondo, il generale Jean-Jaques Dessanlines. Egli infatti, dopo aver sconfitto le truppe napoleoniche, prese la bandiera francese e ne strappò la parte bianca centrale, per indicare la cacciata dei francesi, poi chiese alla sua figlioccia, Catherine Flon di cucire assieme la parte blu e rossa a simboleggiare l’unione tra i neri e i mulatti che si erano uniti nella rivolta.

rappresentazione artistica della nascita della bandiera haitiana

In seguito, nel corso della movimentata storia del paese, la bandiera ha subito varie modifiche, con cambiamenti del blu in nero, l’adozione di diversi emblemi al centro e del motto, anch’esso mutevole che è passato da « libertà o morte » all’attuale « L’unione fa la forza ».

le varie modifiche della bandera haitiana

La prima versione della bandiera come quella che conosciamo oggi è stata adottata già nel 1806, e poi reintrodotta solo nel 2012 con la nuova costituzione. Le fasce sono orizzontali e oltre all’unione dei neri e dei meticci, mi hanno raccontato i maestri, rappresentano il sangue versato e l’apertura verso il cielo. Il simbolo centrale invece è un bottino d’armi che difende la libertà su un’isola verde. La palma rappresenta invece l’indipendenza.

la bandiera attuale di Haiti

Per gli haitiani la bandiera è un forte simbolo di orgoglio nazionale a cui attribuiscono molti significati (anche esoterici), tanto che è una parte importante del programma di scienze sociali in prima elementare e il 18 maggio (se non ci fosse la crisi del Coronavirus) è una festa molto sentita e celebrata in tutto il paese.

Per una spiegazione con tanto di immagini dell’evoluzione della bandiera di Haiti vi consiglio la visione del seguente filmato, breve ma ben fatto.

Navigando in rete ho scoperto che durante i giochi olimpici del 1936 a Berlino, avendo Haiti e il Lichtenstein la stessa identica bandiera, ha condotto il principato ad aggiungere una corona alla propria.

Per terminare non va dimenticata pure la somiglianza con la bandiera del Ticino (sarebbe una bella situazione problema da porre agli allievi delle nostre scuole « come mai si somigliano tanto? , « quale potrebbe essere l’origine di tale somiglianza? ») , con il quale Haiti condivide pure all’incirca l’anno dell’indipendenza!

Ultima chicca. Durante la formazione ne ho approfittato per mostrare diverse possibili attività legate alle bandiere in generale da proporre ad esempio per le lezioni di geografia o arte. Ho chiesto agli insegnanti di disegnare la bandiera di alcuni stati importanti come USA, Russia, Cina, Brasile,… il risultato è stato che la bandiera del Brasile era in realtà quella dell’Ucraina e quella degli USA un uccello con delle strisce rosse e blu. Ma la cosa che mi ha lasciato più di stucco è quando ho chiesto loro di piazzarle su una mappa del mondo… vuoto assoluto, non sapevano nemmeno dirmi dove fossero gli Stati Uniti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...